Matrimonio

Un musulmano ha la facoltà di sposare non solo una musulmana, ma anche un’Ebrea o una cristiana, ma non una idolatra, una politeista o un’atea.

Una musulmana non può sposare un non-musulmano (cfr Corano LX,10; II, 221) . In caso di conversione di un uomo già sposato, se sua moglie è ebrea o cristiana e non vuole seguire l’esempio del marito, il matrimonio non è compromesso. Ma se la moglie appartiene alle categorie proibite ai musulmani , e persiste nel suo stato irreligioso , la vita coniugale deve cessare immediatamente; la donna riceve allora un termine ragionevole per riflettere scaduto il quale c’è il divorzio.

Se una donna già sposata abbraccia l’Islam , se il marito non è musulmano la vita coniugale deve cessare immediatamente, e dopo il termine ragionevole di riflessione concesso allo sposo, ella otterrà la separazione giudiziaria che annulla il matrimonio

About maria

salam mi chiamo Maria Grazia Zaynab sono musulmana da 7 anni al hamdu lillah ho due bambini Omar e Ayoub e sono continuamente alla ricerca di informazione sull'Islam per migliorare la mia fede e per trasmettere al meglio ai miei bambini l'islam correttamente insha allah
This entry was posted in Matrimonio. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>